Recupero acqua piovana

SISTEMA NR.1 - RECUPERO ACQUA PIOVANA PER USI ESTERNI

E’ un impianto di recupero acqua piovana per soli usi esterni, ottimale per:
– Irrigare aree verdi pubbliche, condominiali e private.
– Lavare aree pavimentate.
– Lavare veicoli.

ESEMPIO DI IMPIANTO CON SERBATOIO INTERRATO E POMPA SOMMERSA

1 - Elettrovalvola di reintegro;
2 - Centralina digitale di gestione livello;
3 - Connessione alla rete idrica principale;
4 - Tubazione di mandata impianto;
5 - Sensore di livello;
6 - Filtro autopulente da interno serbatoio;
7 - Pompa sommersa;
8 - Vasca di calma;
9 - Condotto di convogliamento acqua piovana;
10 - Tubazione tecnica per il passaggio dell'impianto idraulico ed elettrico
11 - Raccordo passaparete stagno (nel caso le tabulazioni al servizio dell'impianto di irrigazione passano all'interno dell'edificio).
SISTEMA NR.2 - RECUPERO ACQUA PIOVANA PER USI ESTERNI E DOMESTICI NON POTABILE


Permette di recuperare e riutilizzare l’acqua piovana per usi esterni e domestici non potabili, è più articolato ma si ripaga velocemnte! Questa tipologia di impianto è ottimale per:

USI INTERNI ALL'EDIFICIO

- Alimentazione degli sciacquoni dei WC e orinatoi;
- Alimentazioni di lavatrici e lavastoviglie;
- Lavaggio pavimenti, rivestimenti e vetri.

USI ESTERNI ALL'EDIFICIO

- Irrigazioni di aree verdi publiche, condominiali e private;
– Lavaggio delle aree pavimentate;
– Lavaggio dei veicoli.

ESEMPIO DI IMPIANTO CON SERBATOIO INTERRATO E GRUPPO DI POMPAGGIO AUTOMATICO

1 - Gruppo di pompaggio automatico;
2 - Connessione a rete idrica nazionale;
3 - Vaso d'espansione;
4 - tubazione di mandata impianto;
5 - Sensore di livello con galleggiante;
6 - Aspirazione acqua piovana;
7 - Troppopieno gruppo di pompaggio;
8 - Filtro autopulente da interno serbatoio;
9 - Filtro aspirazione con galleggiante;
10 - Vasca di calma;
11 - Tubazione tecnica per il passaggio dell'impianto idraulico ed elettrico;
12 - Condotto di convogliamento acqua piovana;
13 - Raccordo passaparete stagno.
SISTEMA NR.3 - RECUPERO ACQUA PIOVANA PER USI ESTERNI E DOMESTICI IDROSANITARI


Permette di recuperare e riutilizzare l’acqua piovana per tutti gli utilizzi che richiedono acqua potabile, ottimale per:

– Lavarsi le mani.
– Fare la doccia.
– Lavare le stoviglie a mano o con lavastoviglie.
– L’igiene in genere.

ESEMPIO DI IMPIANTO CON SERBATOIO INTERRATO

1 - Filtro autopulente da interno serbatoio;
2 - Vasca di calma;
3 - Pompa sommersa;
4 - Tubazione di mandata acqua piovana;
5 - Raccordo passaparete stagno;
6 - Sensore di livello;
7 - Membrana filtrante;
8 - Stazione di pompaggio;
9 - Serbatoio tecnico;
10 - Filtro di aspirazione;
11 - Aspirazione acqua trattata;
12 - Gruppo di pompaggio automatico;
13 - Vaso d'espansione;
14 - Sterilizzatore UV;
15 - Reintegro da acquedotto pubblico.
SISTEMA NR.4 - RECUPERO ACQUA PIOVANA PER USI ESTERNI E DOMESTICI IDROSANITARI E POTABILI



Preleva l’acqua trattata con il SISTEMA N°3 e la sottopone ad un secondo trattamento fsico rendendola idonea per bere e cucinare. Per quest’ultimo passaggio è necessario, per la legge Italiana, far analizzare l’acqua trattata da un laboratorio di analisi autorizzato al fne di verifcare il rispetto dei parametri chimico-fsici richiesti per legge.

ESEMPIO DI IMPIANTO CON SERBATOIO INTERRATO

1 - Filtro autopulente da interno serbatoio;
2 - Vasca di calma;
3 - Pompa sommersa;
4 - Tubazione di mandata acqua piovana;
5 - Raccordo passaparete stagno;
6 - Sensore di livello;
7 - Membrana filtrante;
8 - Stazione di pompaggio;
9 - Serbatoio tecnico;
10 - Filtro di aspirazione;
11 - Aspirazione acqua trattata;
12 - Gruppo di pompaggio automatico;
13 - Vaso d'espansione;
14 - Lampada UV;
15 - Reintegro da acquedotto pubblico;
16 - Osmosi;
17 - Rubinetto lavello cucina.
FUNZIONAMENTO

Il funzionamento di un impianto di recupero acqua piovana avviene nelle seguenti fasi:

A – Captazione dell’acqua piovana.
Tutte le superfci impermeabili sono adatte come aree di captazione dell’acqua piovana: tetti, terrazzi, balconi, marciapiedi, piazzali, strade ecc..
Per questa tipologia di impianti la superfcie impermeabile di captazione è il tetto di edifci, pergolati, verande e balconi.

B – Convogliamento e trasporto dell’acqua piovana.
Il convogliamento dell’acqua piovana avviene mediante i canali di gronda o chi svolge la stessa funzione per essi. Una volta che l’acqua entra nei sistemi di convogliamento viene fatta confuire nel fltro mediante i pluviali e/o reti di tubazioni opportunamente predisposte.

C – Filtrazione dell’acqua piovana.
Prima che l’acqua piovana entri in cisterna è necessario che venga fltrata. Il fltro va ubicato a monte del serbatoio e può essere installato in punti diversi dell’impianto.

Per questa tipologia di impianti può essere installato:
– Direttamente sul pluviale.
– Interrato.
– All’interno del serbatoio.

D – Stoccaggio dell’acqua piovana.
Lo stoccaggio dell’acqua avviene per mezzo di serbatoi appositamente progettati per la raccolta dell’acqua piovana.
Per questa tipologia di impianti si utilizzano serbatoi da interro o da esterno, con caratteristiche variabili in funzione delle esigenze.

E – Prelievo e trattamento dell’acqua piovana.
Il prelievo dell’acqua piovana accumulata può avvenire mediante pompa autoadescante o pompa sommersa e stoccata in apposito serbatoio da 350 litri contenente il secondo stadio di filtrazione denominato ultra filtrazione.

F – Prelievo e riutilizzo dell’acqua piovana.
Il prelievo dell’acqua piovana accumulata avviene mediante gruppo di pompaggio automatico e mandato agli utilizzatori come acqua idonea all’utilizzo idrosanitario.

G – Riutilizzo dell’acqua piovana ad usi potabili.
L’acqua ultra filtrata subisce un trattamento ad osmosi inversa che ne permette la potabilizzazione.

H – Smaltimento dell’acqua piovana in eccesso.
Una volta che la cisterna è piena l’acqua viene automaticamente deviata verso lo scarico. Per questa tipologia di impianti l’acqua può essere smaltita in pubblica fognatura o tramite apposito sistema drenante.